MENU

Jazzontheroad presenta "LA TORRE Jazz" (Gennaio - Febbraio - Marzo)

mercoledì 24 gennaio 2018 - ore 20,30
Bar Gourmet La Torre
il Bar Gourmet La Torre di Brescia, in collaborazione con l'Associazione Jazzontheroad, è lieta di invitarvi ai nuovi appuntamenti Jazz del mercoledì.
Potrete ascoltare i concerti gustando l'ottima cucina e la ricca selezione di vini offerta dal locale o semplicemente gustando gli ottimi aperitivi e cocktails creati ad hoc dallo staff del locale.
I Tesserati Jazzontheroad 2017-2018 (ricordiamo che la nostra Tessera di durata annuale va dall'1 ottobre 2017 al 30 settembre2018) avranno diritto ad uno sconto del 10% sulle consumazioni (per Tesseramento clicca qui)
 
17 gennaio - Behind Another Sky (Maurizio Mecenero: chitarra - Joy Grifoni: contrabbasso)
Un duo dal calore essenziale e dai sapori acustici, un omaggio ad una ricerca timbrica di sottile eleganza ispirata dallo storico capolavoro discografico "Beyond the Missouri sky". Questo impareggiabile masterpiece musicale, a cui il duo si ispira, ha rappresentato un momento altissimo dell' interazione fra due grandi autori quali Pat Metheny (padre della chitarra jazz contemporanea) e Charlie Haden, (contrabbassista il cui timbro ha trasformato il ruolo melodico del contrabbasso all'interno della musica colta americana). America ed Europa si contaminano attraverso le reciproche tradizioni, fondendo insieme ballate, waltz, colonne sonore e musica country. Un concerto di musica totalmente nuda da ascoltare sicuramente ad occhi chiusi.
 
24 gennaio Ruvidotti - Saiu “Milestone Project” (Diego Ruvidotti: tromba - Francesco Saiu: chitarra)
i due musicisti si confrontano su un terreno particolarmente stimolante e infinitamente ricco di potenziali sviluppi: il mondo musicale di Miles Davis, dal suo approccio al repertorio della tradizione, sempre alla ricerca del “suo suono”, della sua sintesi di linguaggio, dal jazz modale, al quintetto con Shorter, al Miles elettrico…fino alla fine, sempre avanti, a posare, una dopo l’altra, le “pietre miliari” del jazz contemporaneo.
 
31 gennaio - Zambelli - Rossetti duo (Gino Zambelli: fisarmonica, bandoneon - Luca Rossetti: piano)
questo progetto creato da due grandi musicisti ed esperti di Tango argentino, già noti al Grande pubblico per “Tango Pachuco”, trasporterà il pubblico in un affascinante viaggio attraverso tutte le fasi evolutive di questa meravigliosa quanto sanguigna musica originaria dell'Argentina ma fortemente influenzata dalle tradizioni e musiche italiane. Percorso che partirà dalla guardia vieja, passando per un doveroso omaggio ad uno dei più grandi bandoneonisti, Aníbal Carmelo Troilo, detto appunto “Pachuco”, per poi giungere al Tango Nuevo di Astor Piazzolla intriso di colori e sonorità jazz.
Allacciatevi le cinture di sicurezza, dunque, e tenetevi pronti a partire…
 
07 febbraio - Zappamiglio - Naclerio duo (Stefano Naclerio: sax tenore, soprano - Fabrizio Zappamiglio: chitarra)
Stefano Naclerio e Fabrizio Zappamiglio si conoscono da molti anni, condividono la passione per il jazz e per il funky e attualmente fanno entrambi parte dei PDex, affermata tribute band di Pino Daniele. La loro ispirazione non può essere che nera e fondata sul groove. In duo propongono un repertorio blues dove il ritmo è l'elemento principale, contornato da ballads d'atmosfera e perché no anche qualche brano di Pino riarrangiato per duo dal proprio repertorio PDex.
 
21 febbraio - Double Touch (Oscar Grazioli: piano - Lucia Viani: contrabbasso)
Il duo propone brani standard del repertorio jazzistico  oltre a brani originali del pianista Oscar Grazioli.
Oscar Grazioli
Studia con il Maestro Maria Isabella De Carli e con il Maestro Daniela Piovani presso il Conservatorio di Brescia. Fin dagli anni 80 nutre la passione per la musica improvvisata in genere, senza limiti di linguaggio musicale, dal jazz alla contemporanea. Frequenta il Laboratorio Permanente di Ricerca Musicale presso la Fondazione Siena Jazz con il Maestro Stefano Battaglia, prima per due anni in trio con Emanuele Maniscalco e Giulio Corini (guidati a loro volta da Fabrizio Sferra e Paolino Dalla Porta), poi per un altro biennio in piano solo. Sempre con lo stesso Battaglia ha frequentato il corso di improvvisazione
presso l..accademia Santa Cecilia di Bergamo. Tuttora affianca la professione di musicista di musica leggera alla ricerca musicale in ambito improvvisativo e compositivo. Attualmente collabora con il musicista bresciano Giacomo Papetti in duo . .
Combina con facilità varie tipi di musica suonando i jazz standards in varie formazione di duo,trio o quartetto,con contrabbasso, violino, batteria, sax, chitarra e cantante, mentre fa anche il capo orchestra, arrangiatore e frontman con l’orchestra WILLIAM RAGAZZI in società con il fratello William. Da giovane età a tutto oggi suonando in locale, feste, matrimoni ecc, un repertorio vasto a 360°dal jazz e contemporanea a liscio moderno e leggera.
Lucia Viani
Ha iniziato lo studio della chitarra classica all’età di 8 anni.
Dopo 6 anni è passata al Basso elettrico in un gruppo Dixieland, poi Liscio e Cover di musica leggera. Ha studiato con Franco Testa e nel '85 entra nella formazione I CHICCHI DURI (Funky/Fusion formato da A. Peli - sax, Gogo Ghidelli – chitarra, P. Soggetti - batteria, Gp Viani – tastiere, L. Venturelli – voce). Studia Contrabbasso Classico dal ’89 sotto la guida del maestro Aldo Lucchini. Segue vari seminari (Perugia ’86 Berkley, Ravenna ’93 con Palle Danielsson…). Ha Suonato nella Big Band Sound of Sunday,partecipa a seminari con Rava, D’Andrea, Fresu, Battaglia organizzati dall’omonima Associazione. Ha suonato con: G. Oliva, M. Tonin, M. Dolcetti, S. Mazzei, O. Grazioli, E. Maniscalco, F. Carlotti., nel William Tononi quartet con G. Bombardieri, S. Bertoli con cui ha partecipato al festival Etnico di Villa Carcina precedendo il duo Rava/Galliano, nei Compagni di Ventura (Bossa, canzoni rivisitate in chiave jazz). Adesso suona in varie formazioni, fra cui il BS GIPSY TRIO con Luciano Poli e Maurizio Viola.
 
28 febbraio - Baiguera - Biasi Duo (Francesco Baiguera: chitarra - Paolo Biasi: basso elttr.)
Paolo Biasi, bassista e Francesco Baiguera, chitarrista, musicisti bresciani, si confrontano in questo duo inedito proponendo un repertorio improntato alla ricerca dell'essenziale. Le linee di filigrana della chitarra e quelle più marcate del basso si intrecciano dando vita a composizioni originali di entrambi o arabescando sulle armonie di brani celeberrimi, (s)comodamente seduti sulle spalle dei giganti del passato.
 
07 marzo - Pirlo - Tiraboschi duo (Ermes Pirlo: chitarra - Marco Tiraboschi: chitarra)
Due talentuosi musicisti provenienti da percorsi ed esperienze musicali diverse, ma entrambi affascinati dal mondo dell’improvvisazione, si incontrano per portare un repertorio originale che attraversa una grande quantità di paesi:  Spagna, Italia, Francia, Stati Uniti, Est Europa, Brasile, Argentina ed altri.
L’energia ed il coinvolgimento sono una nota distintiva di questo spettacolo fatto d’imprevisti ed improvvisazioni, camminando sui confini di una mappa immaginaria.
 
14 marzo - Gaudino - Abate duo (Fabrizio Gaudino: tromba - Marcello Abate: chitarra)
Il duo formato da Fabrizio Gaudino alla tromba e Marcello Abate alla chitarra, propone un repertorio che spazia tra vari autori del repertorio jazzistico tradizionale, i brani assumono però un sapore particolarmente elegante vista la mancanza di basso e batteria dove però non mancano momenti di grande energia e interplay. I due musicisti collaborano da diversi anni e si sono esibiti sempre con la stessa formula del duo in varie rassegne e festival.
 
21 marzo - Bigioli - Gelmetti duo (Simone Bigioli: piano - Deryl Gelmetti: contrabbasso)
Il duo nasce dalla collaborazione tra il pianista Simone Bigioli e il contrabbassista Deryl Gelmetti; il progetto è mirato ad uno studio del mondo della musica jazz che avviene attraverso una ricerca ritmica, armonica nonchè melodica spaziando tra jazz tradizionale, mainstream, bebop, freejazz, modale, funk, blues e latin, con l'aggiunta di alcuni brani originali di propria composizione.
La diversa formazione derivante dal mondo classico e dal jazz, suggerisce una ricerca personale che mescola esperienze differenti in una proposta musicale eterogenea e senza limiti stilistici per un dialogo interattivo che da vita ad un mix sonoro dal timbro caldo ed avvolgente, reando un'atmosfera elegante e raffinata.
Attraverso la proposta musicale questo progetto vuole immergere il pubblico in quella atmosfera magica e sorprendente che è il jazz.
 
28 marzo
DIVI “Gold Jazz” duo (Donatella Valgonio: voce - Stefano Caniato: piano)
Il DIVI “Gold Jazz”duo è formato dalla cantante Donatella Valgonio e dal pianista Stefano Caniato e propone brani appartenenti alla tradizione musicale americana degli anni ’20 ’30 ’40, spaziando dal Dixie ai classici firmati da autori come Cole Porter, George e Ira Gershwin. Un repertorio fatto di canzoni che, seppur lontane dai classici del Jazz maggiormente suonati tornano alla memoria quando si sentono e sanno sempre ricreare quella magica atmosfera tutta in bianco e nero.

 
per prenotazione tavolo: tel. 338 341 7165.